Perle di Caresto

A proposito dei divorziati ri-sposati di d.

I divorziati risposati ... continuano ad appartenere alla Chiesa, che li segue con speciale attenzione, nel desiderio che coltivino, per quanto possibile, uno stile cristiano di vita attraverso: la partecipazione alla santa Messa, pur senza ricevere la Comunione, l'ascolto della Parola di Dio, l'Adorazione eucaristica, la preghiera, la partecipazione alla vita comunitaria, il dialogo confidente con un sacerdote o un maestro di vita spirituale, la dedizione alla carità vissuta, le opere di penitenza, l'impegno educativo verso i figli.
(Papa Benedetto XVI, Sacramentum Caritatis, n 29)

«Esorto caldamente i pastori e l’intera comunità dei fedeli affinché aiutino i divorziati procurando con carità sollecita che non si considerino separati dalla Chiesa, potendo e anzi dovendo, in quanto battezzati, partecipare alla sua vita.. La chiesa preghi per loro, li incoraggi, si dimostri madre misericordiosa e così li sostenga nella fede e nella speranza».
(Giovanni. Paolo II, Familiaris Consortio)

Anzitutto voglio dirvi che non ci possiamo considerare reciprocamente estranei: voi per la Chiesa siete fratelli e sorelle desiderati e amati.
Non allontanatevi dalla vita di fede, né dalla Chiesa. Perché nessuno è mai escluso dalla misericordia di Dio. Nessuno è mai abbandonato, ma solo cercato e amato.
(Card. Tettamanzi, Lettera agli sposi in situazione di
separazione, divorzio e nuova unione)

«La Chiesa non vi ha dimenticati! Tanto meno vi rifiuta o vi considera indegni»
(Card. Dionigi Tettamanzi )

 
Categoria: risposati
Letta 2006 Volte Preferita da 0 utenti Inserita il 08/05/2010

Mostra un'altra perla

Scrivi la tua perla

Pesca una perla